venerdì 31 gennaio 2014

NETIQUETTE: L'EDUCAZIONE AI TEMPI DI INSTAGRAM.



Ciao sono Ms. Bunbury e sono dipendente da Instagram. Non provate nemmeno a disintossicarmi, perchè questo giochino mi piace ancora troppo. :-)

Ma frequentando giornalmente questo social fotografico, mi rendo conto di come le regole della buona educazione nella rete siano un argomento poco conosciuto. Le regole di Instagram non sono poi molto diverse dalle altre che riguardano più generalmente i social network o anche i blog, quest'ultimo un mondo in cui sono davvero pochi a riconoscere crediti ad altri blog per consigli, ispirazioni, foto! Molto spesso (in Italia, of course) prevale l'egocentrismo e la lotta per il più forte: mi approprio di contenuti, idee, immagini, e le faccio mie, le faccio meglio di te e in fondo la tua idea è stata solo uno spunto (vi capita mai di subirlo?).

Fondamentale è riconoscere i meriti di proprietà altrui all'autore. Non è una cosa semplice in questo settore poichè fatto di molte regole non scritte e spesso bellamente ignorate.
La gentilezza è un must.
Esistono per Instagram app molto intelligenti che permettono il repost di una foto altrui, in modo che il vero autore resti sempre visibile a chi poi vede la foto. E' una gentilezza ed un modo per diffondere l'opera di autori meritevoli.



C'è però tutto un "sottobosco" di azioni che non possono essere regolate in alcun modo. Spesso su Instagram assisto a "sciacallaggio" dei follower. Mi copio la lista dei tuoi e me li "coltivo" per farli miei. Chi ha più follower vince! Sarà che l'età media del pubblico Instagram è piuttosto bassa ma trovo questo comportamento infantile. Trovo che una delle cose che più manca nella rete, nel giro di social, sia la riconoscenza!

L'altro giorno mi si è aggiunta una nuova follower. E dopo un secondo sotto ad una foto a caso mi ha commentato "f4f?". OK, ci sta. Tu mi segui, io mi interesso e vado a dare un'occhiata alla tua galleria. Se mi piaci, ti seguo (non è scontato).
Quello che mi ha destabilizzato è che il soggetto ha subito iniziato a fare campagna acquisti sotto le mie foto, taggando miei follower il fatidico f4f!!! Senza nemmeno fare la fatica di entrare nelle loro gallerie!
Questo mi sembra troppo. Cosa si vince quando i follower sono millemila? Sarai forse più intelligente di adesso? Ho i miei dubbi.

Voi utilizzate Instagram? Cosa ne pensate? Vi sono mai capitati "incidenti" di etichetta?
Il dibattito è aperto!
Vi auguro un bellissimo fine settimana (maltempo permettendo!). :-)



6 commenti:

  1. A me, ad essere sincera, quelle del f4f mi fanno un po' tristezza a prescindere. ... sarà che io ho un modo tutto mio di concepire i social, un che si basa sul fatto che con alcune persone si è creata una sorta di sintonia e simpatia che mi sembra di conoscerle "sul serio". E con quelle persone scambio idee, opinioni, consigli. Della pubblicità e del numero di follower non me ne frega proprio nulla.

    RispondiElimina
  2. Instagram è anche il mio social preferito, però più si diffonde e poi questi fenomeni dilagano. Ma questo se ci pensi succede un po' con tutti i social che nascono per gioco, per rimanere in contatto con amici e come divertimento e che crescendo diventano business..io periodicamente blocco utenti spammer che iniziano a seguirmi e cancello i loro commenti. Scoccianete ma per ora sopportabile ;-) buon weekend

    RispondiElimina
  3. Ciao! Che bel blog, complimenti! Volevamo invitarti a visitare il nostro blog e, se ti piace, a seguirlo. A presto. Ivi e Jan

    RispondiElimina
  4. Ultimamente bazzico poco IG, anche se come social lo adoro.. Fortunatamente episodi così espliciti non mi sono mai capitati.. ti dirò che questa modalità mi da molto più fastidio sul blog che su IG..
    Buona giornata :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella!! Infatti è un po' che non vedo tue fotine su IG!! Ti dirò, avendo il blog dal 2010 mi sono talmente avvilita davanti a comportamenti tutt'altro che simpatici di passanti casuali ma anche di conoscenti per non dire di più che sono quasi pronta a tutto ormai... E aggiungo purtroppo. Per fortuna non sono mancati gli incontri positivi e le belle amicizie! Buon lunedì!!! msbx

      Elimina
  5. Ciao! Ti seguo su instagram e da qui sono arrivata al tuo blog e a questo intervento. Sono contenta che qualcuno parli di netiquette su instagram, perchè non sembra un argomento molto dibattutto. Gli unici interventi su instagram che trovo riguardano le strategie su come aumentare il numero di follower e diventare popolari. Io ho un account instagram, anzi due per la verità, da circa 3 anni, uno privato, col mio nome, l'altro dedicato in modo specifico ad una delle mie passioni. Mentre per il personale mi sono sempre interessata poco di tutte le strategie, riguardo a quello sui dolci (perchè più o meno si tratta di questo) ho iniziato a esplorare questo mondo dove tutto sembra possibile, perchè in effetti ho visto di tutto. Tra tutti te ne vorrei segnalare uno che mi è capitato di frequente e che mi sembra abbastanza triste. Arriva l'utente con 3000 e passa follower aspirante famoso, fotografo dilettante, spesso fashion ma non è detto, che inizia a seguirti. Non si occupa di cucina ma inspiegabilmente è attratto dai tuoi biscotti decorati. Vabbè. Grazie, che gentile. Non ti propone il follow for follow ma tu lo aggiungi lo stesso, si tratta sempre di moda o bellissimi paesaggi, può essere interessante. Ti tiene massimo 4 giorni e poi ti cancella. Sperando che tu non te ne accorga, pensando che tu sia troppo sprovveduta, dopo tutto passi ore a decorare un biscotto, troppo sveglia non sarai;-) Insomma un onore che ti fa ma a tempo determinato, poi altro giro altra corsa. Succede anche coi blog? Io sto pensando di aprirne uno, ma mi sa che mi devo preparare psicologicamente;-)
    Ah ps, complimenti per il tuo. Io non seguo molto i blog che si occupano di moda, le aspiranti itgirl mi lasciano perplessa, ma il tuo ha un taglio diverso e poi mi piacciono le persone schiette.
    Baci, Chiara

    RispondiElimina

Chi è passato per il tè...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...